Diverbio tra medicina tradizionale o convenzionale e scienza emergente. Punti di vista e valutazioni.

Homeopathy. Herbal extracts in small bottles. Selective focus.

Generalmente scrivo, analizzo, o commento dati scientifici riguardanti la scienza emergente, ovvero nutrigenomica ed epigenetica, connessa maggiormente con la naturopatia o medicina integrale ed alla genetica.

Cerco di riportare dati autentici, provenienti da entita’ governative, riveduti e valutati da piu scienziati ed o ricercatori che seguo da anni, ricercatori Americani o Italo-Americani, famosi e ben apprezzati negli States; essendo Italiana residente in USA da vari anni.

Questa premessa per spiegare ai lettori italiani la ragione per cui ho deciso di scrivere questo articolo, perdonate il mio italiano se vi sono errori, purtroppo e’ da tempo che non scrivo nella mia lingua natale.

Ho gia’ affrontato un tema del genere in un senso parlando di controversie e disaccordi tra gli stessi medici di medicina naturale, di come oggi un dato, una ipotesi vengono ribaltati e contrastati volta dopo volta e gli stessi ricercatori non hanno nemmeno il tempo di rendersene conto.

Di diete si parla tanto, troppo forse, e si scrive tanto, io per prima ne ho parlato e ne accenno nei meiei articoli, ma cerco di trovare sempre la via piu’ moderata per affermare o riportare delle cose, questa e’ una mia caratteristica generale, non mi piacciono gli eccessi o le imposizioni, o l’essere troppo aggressiva.

Oggi purtroppo tanti sono cosi’, si e’ persa la cortesia, l’educazione, il rispetto, l’obiettivita’ ed il senso della misura, ecco perche io rimango attaccata a personaggi come Piero Angela, per esempio, per citare un nome scientifico italiano, visto che la scienza per me e’ sempre stata il punto di riferimento principale, oltre al fatto di essere biologa.

Qualcuno magari mi avra sentito parlare della “Dieta del Gruppo” famosa anche in Italia, la “ Blood Type Diet” e del Dr. Peter D’Adamo, si  e’ vero, sono stata una fan di questa dieta e della scienza “behind” per lungo tempo, ancora senza dubbio mi riferisco al mio gruppo sanguigno nella scelta dei cibi beneficiari e da evitare ed ho sempre avuto riscontro tranne per alcuni, continuo a seguire il Dr. D’Adamo ed usare i suoi prodotti quando capita.

Il Dr. Peter D’Adamo e’un vero genio, capace di creare sofwares e programmi di associazione tra gruppi, patologie e bisogni alimentari ed e’ sempre all’avanguardia, insegna egli stesso in una nota universita’ sulla costa est dell’America, la “Bridgeport University”.

Ma si sono aggiunti nuovi scienziati per me a questa scienza e quindi a volte mi sono un po’ persa tra loro e cosa pensare; ci sono momenti in cui anche io preferirei ritornare ai tempi di una volta quando solo la medicina tradizionale ci governava e venivano date vitamine solo durante convalescenze da malattie od in casi di infezioni o malattie gravi, o comunque la naturopatia esisteva ma non era cosi nota, diffusa ed esplosa come oggi.

Fino a pochi anni fa in Italia non vi era ancora questa esplosione, io cercavo di parlarne alla mia famiglia o conoscenti ma nessuno mi ascoltava o prendeva in considerazione, molti ancora non ascoltano, forse un bene?

Intanto mi sono sorpresa di vedere un documentario televisivo pochi giorni fa, trovandomi in Italia in visita della famiglia, dove si denunciava la nascita di questa sorta di guaritori fanatici che pretendono di svolgere la professione dei medici, o di sostituirsi, o comunque di diminuire l’importanza  della medicina tradizionale.

E’ vero che la medicina naturale contrasta la medicina convenzionale sotto vari punti, e questo non e’giusto ed anche io sono daccordo, ma lo fa basandosi su dati reali, certi magari esagerano, ma non tutti sono cosi. Io personalmente mi riferisco ancora alla medicina tradizionale pur seguendo la naturopatia e prendendo integratori ma con dovuta cautela.

Bisogna riconoscere intanto che la medicina naturale e’ essa stessa medicina, i naturopati proseguono una laurea che e’ allo stesso livello e forse molto piu’ profonda ed accurata di una laurea in medicina.

Io non sono naturopata ma conosco bene le procedure, seguo una delle universita’ di naturopatia  piu apprezzata e riconosciuta in America,  la “Bastyr University”, nella parte ovest dell’America e la maggior parte dei naturopati che seguo sono provenienti da questa, incluso il Dr. Peter D’Adamo.

Leggevo a caso la dieta proposta da una di queste persone che ha attratto un bel numero di fans e non e’ altro che una delle diete discusse dalla moderna naturopatia magari un po’ riarrangiata.

Ci sono diete di eliminazione, antinfiammatorie, ketogenica, paleo, autoimmune, dieta del gruppo e dieta mediterranea, valutata  quest’ultima dalla stessa “American Cancer Society” ed “American Heart Association”, quindi per prevenire il cancro e per il buon funzionamento  del cuore e sistema vascolare bisogna mangiare leggero, pulito e nutriente, cosi come sappiamo da tempo.

Ma volendo essere giusta, moderata ed obiettiva dovrei dire che queste diete anche hanno i loro riscontri e possono essere valide per certe persone, non tutti siamo gli stessi e non tutte le diete o proposte possono essere valide per tutti.

In conclusione quindi io direi ai guri di essere un po’ meno boriosi, o comunque a tutti quelli che enfatizzano un proprio prodotto o pensiero a discapito di altri, di evitare le sopraffazioni e la mancanza di rispetto gli uni verso gli altri, di avere un po piu’ senso della misura ed obiettivita’e di documentarsi in modo appropriato dei dati scientifici.

Grazie per la lettura.

Mariarosaria M.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s